Pubblicità porno: Napoli lascia, Milano raddoppia


Scandalo a Napoli per un cartellone pubblicitario affisso di fronte all’ospedale pediatrico che tanto scalpore aveva suscitato fra i passanti, al punto da ottenere l’intervento dei politici. “Serve una regolamentazione delle affissioni perché se è vero che bisogna lasciare libertà ai pubblicitari è vero anche che non possiamo tollerare che vengano affissi manifesti ai limiti dell’osceno e della violenza a ridosso di un ospedale pediatrico”, fu l’intervento dei Verdi tramite le parole del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e a seguire della responsabile dei diritti degli animali, Patrizia Cipullo.

Secondo i due rappresentanti del movimento politico “il manifesto in cui si vede una coppia, nuda, con l’uomo che tira i capelli alla donna, al di là del dubbio gusto, non può continuare a restare di fronte al Pausillipon” e così fu dunque rimosso.

Qualora non lo faccia la società che ha in gestione quel tabellone è necessario che ci sia un intervento da parte del Comune per verificare se ci sono le condizioni per rimuovere immediatamente quel manifesto, in futuro i tabelloni a ridosso di strutture come ospedali, Chiese e scuole dovranno essere riservati solo a pubblicità che non creino disagi a chi frequenta quei luoghi”, chiosano Borrelli e Cipullo.
La risposta dell’azienda di abbigliamento è subito arrivata tramite il profilo ufficiale di Facebook: “Ci teniamo però a precisare che in nessun modo la nostra campagna è volta ad offendere minimamente la figura femminile ne tanto meno a sminuirla. Il concept del nostro brand è incentrato quasi interamente sulla figura della donna forte ed indipendente e che non ha paura di ostentare la sua femminilità. In un mondo in cui ogni giorno ci svegliamo ed apprendiamo purtroppo notizie di femminicidio ed eventi similari la nostra voleva essere una rivolta con l’intento di elogiare la parità dei sessi in modo un po’ estremo forse certo ma pur sempre lecito”.

Ora il cartellone arriva a Milano, che già si era “macchiata” della pubblicità sessista di Pandora dallo slogan: “Un ferro da stiro, un pigiama, un grembiule, un bracciale Pandora“.

LEGGI ANCHE:  Le cose più strane mai vendute su Ebay

 

What's Your Reaction?

Cry Cry
0
Cry
Cute Cute
0
Cute
Damn Damn
0
Damn
Dislike Dislike
0
Dislike
Lol Lol
0
Lol
Like Like
0
Like
Love Love
0
Love
Win Win
0
Win
WTF WTF
0
WTF

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità porno: Napoli lascia, Milano raddoppia

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in
Choose A Format
Personality quiz
Trivia quiz
Poll
Story
List
Open List
Ranked List
Meme
Video
Audio
Image