Tra treni e scogli, ecco gli stadi più strani e assurdi del mondo


Stanchi di parlare del nuovo San Siro e dell’utopistico stadio della Roma? Stufi della bellezza del Camp Nou, di Wembley e dell’Allianz Arena? Ecco allora un viaggio negli stadi più strani, più brutti e più impossibili del mondo.

C’è uno stadio, in Slovacchia, dove sulla fascia si corre come treni. Anzi, a dirla tutta, corrono proprio i treni. Siamo a Cierny Balog, 5 mila abitanti nella regione di Banska Bystrica dove tra la tribuna e il campo passa una ferrovia, con tanto di vecchio treno a vapore di fine ‘800 che fischia e sbuffa anche durante le partite. Con effetto fumogeno, più o meno.

Risultati immagini per stadi strani

Ma gli stadi più assurdi del mondo sono veramente tanti. In Venezuela, ad esempio, hanno costruito uno Stadio dentro ad una cava. In realtà avrebbero voluto copiare quello di Braga, in Portogallo, costruito per gli Europei del 2004, e ottimo esempio di recupero architettonico, con i fianchi della montagna a costituire le curve. Ecco, a Caracas non è successo e il campo sembra veramente una cava, ancora in funzione, con qualità architettonica scarsissima e un profumo di criminalità abbastanza importante.

Colpa di tutto questo sono, ovviamente, gli architetti. Pazzi, a volte geniali, maestri, professori, artisti. Criminali forse, come quelli che hanno progettato lo stadio Mmabato in Sud Africa che hanno fatto le tribune a forma di puzzle, disposte diagonalmente rispetto al campo. Torcicollo e mal di testa assicurati, visibilità simile a quella dello Stadio Olimpico di Roma.

A volte le idee architettoniche sono veramente suggestive o, come in questo caso, ecosostenibili. Siamo in Brasile, allo Ecoestadio dio Janguito Malucelli, dove tribune, campo, porte, spogliatoi, sono costruiti in materiali riciclati. Oppure a Sochi, dove hanno costruito uno stadio interamente di plastica riciclata.

Risultati immagini per stadi strani

Restiamo in Brasile per parlarvi dell’Estadio Milton de Souza Correa, detto Zerao, la cui linea di centrocampo si trova esattamente sulla linea dell’Equatore. Ve li immaginate i telecronisti dire: “La squadra di casa attaccherà dall’emisfero australe a quello boreale?”. Sarebbe bellissimo, è vero. Come sarebbe assurdo vedere una partita allo Stadion Gospin Dolac, in Croazia, con le tribune a picco su un dirupo che scende fino ad un piccolo lago. Oppure quello delle Isole Far Oer, l’Eidi Stadium, tra le rocce dell’oceano dell’isola di Eidi, appena 700 abitanti

Per cercare stadi belli, insomma, non bisogna andare per forza in Inghilterra, dove tra Emirates Stadium di Londra e Old Trafford di Manchester hanno veramente il top. E non bisogna neanche andare al Camp Nou di Barcellona o al Santiago Bernabeu di Madrid. A volte bastano appena 4.500 spettatori per fare uno stadio il teatro della scala. È questa la capienza massima del più piccolo degli stadi professionistici d’Europa: il Dinamo Stadion di Ufa, Russia. Con la squadra in Prem’er Liga e un pubblico sempre sold out. E non crediate sia facile con l’inverno russo.

What's Your Reaction?

Cry Cry
0
Cry
Cute Cute
0
Cute
Damn Damn
0
Damn
Dislike Dislike
0
Dislike
Lol Lol
0
Lol
Like Like
0
Like
Love Love
0
Love
Win Win
0
Win
WTF WTF
0
WTF

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tra treni e scogli, ecco gli stadi più strani e assurdi del mondo

log in

Become a part of our community!

reset password

Back to
log in
Choose A Format
Personality quiz
Trivia quiz
Poll
Story
List
Open List
Ranked List
Meme
Video
Audio
Image